GRANDE
Carlo

Ruolo:
Attaccante

Articoli

Racconti

Foto

Carlo Grande, torinese, è scrittore, sceneggiatore e giornalista della “Stampa”; collabora con varie testate, da “D la Repubblica delle donne” a “Diario” e “L’Indice”, occupandosi di cultura e ambiente.

Vive l'età in cui - come diceva Picasso - "un uomo si sente finalmente giovane... ma è troppo tardi". Il suo temperamento sabaudo (bugianén, ma nel senso della cocciutaggine, del tenere la posizione, dell'apprezzare la dignità, non certo della pigrizia) è temperato dal carattere veneto (da parte di madre). I veneti sono definiti "i terroni del nord". Insomma, è una bestia strana, fatta di penitenzia e gaudenzia. Ha giocato nei ragazzini del Toro, è granata sfegatato.

Già direttore responsabile della rivista di Italia Nostra, prima associazione ambientalista nata in Italia, collabora con la scuola Holden. Ha esordito nel 2000 con i racconti “I cattivi elementi” (Fernandel), menzione speciale ai Premi “Stresa” ed “Elsa Morante” e Premio Cocito-Montà d’Alba. Con il romanzo storico “La via dei Lupi” (Ponte alle Grazie 2002, Tea 2006), storia vera di un ribelle del Trecento, ha vinto il premio Grinzane Civiltà della Montagna e il Premio San Vidal a Venezia. Nel 2004 è uscito il romanzo “La cavalcata selvaggia” (Ponte alle Grazie, ripubblicato nei tascabili Tea nel 2009), nel 2006 “Padri. Avventure di maschi perplessi”. “Terre alte. Il libro della montagna” (Ponte alle Grazie), è uscito nel 2008. Nello stesso anno ha partecipato al Festival della Mente di Sarzana.
Con Fredo Valla, regista e sceneggiatore candidato nel 2008 al David di Donatello, e con Barbara Allemand, ha scritto la sceneggiatura del suo primo romanzo, “La via dei lupi”, che verrà presentata nel corso di una serata al Circolo dei Lettori durante il Torino Film Festival 2009.

Nell'estate 2009 Alessandro Haber ha presentato a Bardonecchia lo spettacolo "Uomini e lupi", basato sulla lettura di testi tratti da "La via dei lupi" e "La cavalcata selvaggia", nonché su testi tratti da "Il mangiatore di pietre" di Davide Longo e da "Come il lupo" di Eraldo Baldini (vedi articolo su La Stampa).

Sul sito della Stampa cura un blog dedicato alla creatività: www.lastampa.it/grande

Links ad articoli:

- El viejo verde
- Alpinista del cielo: l’impresa di Geo Chávez diventa canzone

Bibliografia:

I cattivi elementi (Fernandel, 2000)

La via dei lupi (Ponte alle Grazie, 2002)

—> recensioni <—

—> intervista <—


La cavalcata selvaggia (Ponte alle Grazie, 2004)

—> recensioni <—


Padri. Avventure di maschi perplessi (Ponte alle Grazie, 2006)

—> recensioni <—

—> interviste <—

—> racconto: "Quattro passi" <—


Terre alte. Il libro della montagna (Ponte alle Grazie, 2008)

—> recensioni <—