NAZIONALE SCRITTORI UNGHERESE

 

Garaczi
Lászlò

Ruolo:
attaccante

 

GARACZI, LÁSZLÓ (1956, Budapest) scrive poesie, racconti, romanzi, saggi, critiche,  commedie e sceneggiature. E’ uno degli autori più celebrati della sua generazione. Garaczi ha vinto più di 20 premi, tra cui:  Premio Moricz Zsigmond, Premio H.C.Kaiser (Sud Tirolo), Premio Fust Milan, Premio Dery, Premio Jozsef Attila, Premio Krudy, Premio Szep Erno, Premio Marai. Nel 1996-97 egli a avuto la borsa di studio DAAD a Berlino. Ha partecipato a LiteraturExpress 2000 Europa, letture itineranti di un centinaio di autori in 21 città europee da Lisbona a Mosca. Ha scritto due romanzi, due raccolte di poemi, tre romanzi brevi, una raccolta di saggi, un e-book, sette commedie e una commedia radiofonica. Ha scritto anche sceneggiature per sei film che hanno lasciato un segno nel cinema ungherese. Traduzioni di suoi libri: "Plasztik” (racconti, Germania, Droschl, 1990); "Tanz der Wale” (commedie, tedesco Prokurist, Sud Tirolo, Italia, 1994); "Die Wunderbare Busfahrt” (2 romanzi in un volume, tedesco, Droschl, 1999); "Lemur Who Are You?” (romanzo, inglese, Noran, 2001).

In italiano: "Bestie meravigliose”, in : Il ciclista azzurro: drammi ungheresi contemporanei, edizione Arktisz 2002.